Sviluppo: il Sindaco Rossini con il Viceministro dell’Economia Morando al forum della CNA di Todi

Artigianato, piccola impresa, azioni di sviluppo per la città ed incentivi alla crescita: questi i temi principali al centro dell’incontro di martedì 6 giugno organizzato dalla CNA di Todi al quale ha partecipato il Sindaco Carlo Rossini insieme al Viceministro dell’Economia e delle Finanze Enrico Morando per un confronto aperto con imprenditori, operatori economici e professionisti del territorio comunale. “Nel 2012 – ha evidenziato Rossini – abbiamo trovato un Comune bloccato. Lo abbiamo rimesso in piedi. Oggi la macchina dei lavori pubblici è ripartita: dopo avere già investito in 5 anni 15 milioni di euro per tanti grandi e piccoli interventi, c’è un piano di opere pubbliche strategiche in partenza, di cui molte già finanziate, per 8 milioni di euro, ed altre progettate per circa 16 milioni di euro che possono aprire nuove occasioni di lavoro e nuove prospettive per ...

Leggi Articolo »

UMBRA ACQUE: RICHIESTA LA RATEIZZAZIONE DEGLI IMPORTI

Bene ha fatto il Sindaco di Todi ad esprimere il proprio disappunto, la propria protesta per le bollette del consumo idrico che in questi giorni sono arrivate nelle case dei cittadini di Todi. Si tratta di fatturazioni per consumi degli ultimi sei/otto mesi con importi molto elevati per le famiglie, le imprese e le attività commerciali. Anche noi riteniamo incredibile che, a causa del cambiamento dei sistemi di gestione interni alla società Umbra Acque, i problemi si scarichino sui cittadini in un momento difficile e in concomitanza con altre scadenze fiscali. Sosteniamo la richiesta di rateizzazione degli importi, ripristinando le scadenze normali. È inconcepibile che una società a maggioranza pubblica, con un Consiglio di Amministrazione il cui presidente è stato nominato dal Sindaco di Perugia e il cui Amministratore Delegato è espressione della società ACEA, la cui maggioranza è detenuta ...

Leggi Articolo »

TURISMO: PUBBLICO E PRIVATO INSIEME

Il settore del turismo rappresenta in Umbria il 18% del prodotto lordo. È un settore strategico in cui solo la collaborazione pubblico-privato può garantire ulteriori sviluppi. In questi ultimi 5 anni la nostra città ha conosciuto una forte crescita delle presenze passando da 90.000 a 150.000 notti. Un trend purtroppo indebolito dalle conseguenze del sisma che ha colpito una piccola parte dell’Umbria e dell’Italia centrale. La Regione Umbria ha messo in campo una importante campagna di comunicazione nazionale ed internazionale di cui sono state e sono parte le bellezze di Todi. Un’altra importante iniziativa è stata la ristrutturazione dell’Ufficio Informazioni ed Accoglienza Turistica restituendo alla città una parte importante dei portici comunali. L’azione di adeguamento dell’ufficio non si ferma solo alla parte strutturale. È in corso la gara per l’affidamento dei servizi di front office dell’ufficio insieme alla gestione di ...

Leggi Articolo »

FAMIGLIA: BASTA SPECULAZIONI

La strumentalizzazione politica ed elettorale del tema famiglia da parte della destra è veramente imbarazzante. Ruggiano si presenta con una lista al cui interno è candidato un esponente di una forza politica di estrema destra che in più occasioni ha rivendicato di essere parte integrante dello schieramento che va da Forza Italia a Fratelli d’Italia. A parte la strumentalità di alcune posizioni sul tema della famiglia, colpisce che questa forza di estrema destra, di cui non scriviamo il nome perché si rischierebbe il reato di apologia di fascismo, nel suo programma politico dichiari testualmente “deve essere rivisto l’attuale diritto di famiglia, con la restaurazione della centralità del Pater Familias, fulcro e motore dell’ordine sociale tradizionale”. Un ritorno al diritto di famiglia del 1942 in cui il genitore di sesso maschile aveva diritto di scelta su tutti gli aspetti della vita ...

Leggi Articolo »

IL VUOTO PNEUMATICO DEI PROGRAMMI DELLA DESTRA

Affermazioni generiche, slogan, errori di grammatica e sintassi: queste le principali caratteristiche dei programmi di governo presentati dai candidati della destra polverizzata. In alcuni casi propongono azioni contrarie alle leggi, in altri avanzano proposte su argomenti già affrontati e risolti dall’attuale amministrazione, in altri ancora si occupano di questioni che competono ad altre istituzioni. Insomma dimostrano di non conoscere le competenze e le funzioni del Comune e le esigenze della nostra comunità. Si tratta di programmi che possono essere scritti per qualunque Comune d’Italia. Parlano di scuole e non conoscono gli interventi fatti o in corso sulla sicurezza degli edifici. Parlano di asili nido insufficienti e non sanno che non esistono bambini esclusi. Parlano di sicurezza e la confondono con l’ordine pubblico che è, e rimane, competenza dello Stato. Parlano di lavoro e non presentano un solo investimento pubblico. Parole, ...

Leggi Articolo »