TURISMO: PUBBLICO E PRIVATO INSIEME

Il settore del turismo rappresenta in Umbria il 18% del prodotto lordo. È un settore strategico in cui solo la collaborazione pubblico-privato può garantire ulteriori sviluppi. In questi ultimi 5 anni la nostra città ha conosciuto una forte crescita delle presenze passando da 90.000 a 150.000 notti.

Un trend purtroppo indebolito dalle conseguenze del sisma che ha colpito una piccola parte dell’Umbria e dell’Italia centrale. La Regione Umbria ha messo in campo una importante campagna di comunicazione nazionale ed internazionale di cui sono state e sono parte le bellezze di Todi.

Un’altra importante iniziativa è stata la ristrutturazione dell’Ufficio Informazioni ed Accoglienza Turistica restituendo alla città una parte importante dei portici comunali. L’azione di adeguamento dell’ufficio non si ferma solo alla parte strutturale. È in corso la gara per l’affidamento dei servizi di front office dell’ufficio insieme alla gestione di altri servizi in modo di ottimizzare la gestione delle figure professionali e delle risorse. Nel tempo il personale addetto allo IAT si è ridotto a poche unità, e malgrado ciò è riuscito a svolgere il proprio lavoro con passione e senso di responsabilità.

Gli uffici IAT e quello di Todi per primo, entreranno a far parte della nuova piattaforma SIT (Servizio Integrato Territoriale) collegata al portale umbriatourism.it. Questo sistema permetterà di realizzare una redazione diffusa per la raccolta di notizie in modo da coprire in modo capillare e coordinato l’intero territorio regionale, di costruire una banca dati unica regionale di informazioni utili al turista: eventi, luoghi, itinerari. Sarà disponibile anche una app per offrire al turista un servizio personalizzato di visita nel luogo in cui si trova. Ogni IAT diventerà una porta d’ingresso per tutta la Regione. Accanto alla promozione e comunicazione occorrerà sviluppare la commercializzazione dei prodotti turistici del nostro territorio soprattutto attraverso tre azioni che competono innanzitutto agli imprenditori: costruire le offerte, partecipare alla rete regionale degli operatori turistici a seconda del prodotto, utilizzare gratuitamente il portale regionale umbriatourism.it per la vendita delle offerte.

Per questo intendiamo da subito istituire una commissione con rappresentanti degli operatori per utilizzare al meglio gli strumenti di comunicazione, promozione e commercializzazione dei nostri prodotti turistici.

Coalizione di centrosinistra di Todi per Carlo Rossini Sindaco

pdadmin

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*